DIGITALIZZAZIONE, AUTOMAZIONE, ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO, COMPETENZE RICHIESTE A LAVORATRICI E LAVORATORI: INIZIA IL PROGETTO EUROPEO “CASE STUDIES OF AUTOMATION IN SERVICES”, FINANZIATO DA JRC. TRA I PARTNER L'ISTITUTO DI ECONOMIA DELLA SCUOLA SANT'ANNA

“Case studies of Automation in Services” è il progetto iniziato a luglio 2021, con il finanziamento del Joint Research Centre dell’Unione Europea, a Siviglia e con la partecipazione dell'Istituto di Economia della Scuola Superiore Sant'Anna insieme all'Università “Aldo Moro” di Bari - Dipartimento di Scienze Politiche e all’Università di Modena e Reggio Emilia - Dipartimento di Comunicazione ed Economia.

Il progetto risponde a un interesse della Commissione Europea verso i temi della digitalizzazione, dell’automazione e delle relative conseguenze sull’occupazione, sul lavoro e sulle competenze richieste alle lavoratrici e ai lavoratori. I ricercatori coinvolti nel progetto esaminato l’impatto sociale ed economico dell’automazione nei servizi, con la realizzazione di tre casi studio, uno per ciascuna tecnologia: AGV (Automated Guided Vehicles), Professional cleaning robots e Remote monitoring devices nel settore sanitario.

L’obiettivo è valutare il loro impatto sul modello di business, sulla produzione e sui processi economici nei servizi; le implicazioni di questi cambiamenti per l'organizzazione del lavoro e in termini di mansioni, occupazione e requisiti di competenze; i fattori trainanti e gli ostacoli per l'automazione dei servizi nell'Unione Europea e per i potenziali sviluppi futuri.

Tra le prime azioni previste dal progetto, un gruppo di ricercatrice e ricercatori ha visitato il centro di smistamento di Poste Italiane, a Bologna, per parlare con le dipendenti e i dipendenti, acquisendo dati utili allo sviluppo del progetto “Case studies of Automation in Services”.

In copertina: un momento della visita delle ricercatrici e dei ricercatori al centro di smistamento di Poste Italiane, a Bologna.