CARCERE IN ITALIA: COME “LIBERARE” i “DIRITTI DETENUTI”: SABATO 12 NOVEMBRE INCONTRO PROMOSSO DA ISTITUTO DIRPOLIS, PARTECIPA ANCHE SOTTOSEGRETARIO ALLA GIUSTIZIA COSIMO FERRI

“Il carcere in Italia. Diritti detenuti” è il titolo dell’incontro e della tavola rotonda in programma sabato 12 novembre alle ore 15.00 in aula magna, su iniziativa di Istituto Dirpolis (Diritto, Politica, Sviluppo) della Scuola Superiore Sant’Anna, RotarACT Gruppo Maestrale, Associazione L’AltroDiritto. I tre promotori condividono attenzione sociale e sensibilità scientifica verso i temi dell’incontro, legati al mondo carcerario italiano. L’Istituto Dirpolis (Diritto, Politica, Sviluppo) della Scuola Superiore Sant'Anna è da sempre impegnato sulle tematiche della tutela dei diritti dei detenuti in carcere, dell’emarginazione carceraria e del sovraffollamento; il RotarACT Gruppo Maestrale, nell’ambito di un service nazionale dedicato alla questione carceraria, inizia con questo evento il suo impegno nella sensibilizzazione sulla necessità di garantire trattamenti umani e non degradanti all’interno degli istituti penitenziari; l’Associazione L’AltroDiritto - anche attraverso un’apposita convenzione con l’Istituto Dirpolis (Diritto, Politica, Sviluppo) della Scuola superiore Sant’Anna - è impegnata da anni nell’affermare l'importanza di una consapevolezza civica e culturale del problema carcerario. I promotori sottolineano come questo incontro arrivi  pochi giorni dopo la denuncia del Partito Radicale Italiano sulle disumane condizioni di degrado in cui versa la Casa circondariale “Don Bosco” di Pisa, dove l’associazione L’AltroDiritto svolge volontariato e assistenza extralegale, coordinatosi con l’attività del “Garante dei detenuti per il Comune di Pisa”Alberto di Martino, ordinario di Diritto penale alla Scuola Superiore Sant’Anna.

Alla tavola rotonda di sabato 12 novembre sono stati invitati a partecipare, presentando ognuno con la sua esperienza, dalla sua prospettiva professionale, il sottosegretario al Ministero della giustizia Cosimo Ferri; l’avvocato Laura Antonelli, presidente della Camera penale di Pisa; l’avvocato Mario De Giorgio, già presidente della Camera penale di Pisa; Fabio Prestopino, direttore della Casa circondariale “Don Bosco” di Pisa; Leonardo Degl’Innocenti e Rinaldo Merani, magistrati di sorveglianza; Giuseppe Caputo, dell'Associazione L’Altro Diritto; Luisa Prodi, presidente e fondatrice dell’Associazione “Controluce”, anch’essa impegnata nell’attività di volontariato presso la casa circondariale di Pisa.