Infermiere di famiglia e di comunità, le riflessioni del convegno

Una mattinata di riflessioni, spunti e proposte per inquadrare il tema, quanto mai attuale, dell'infermiere di famiglia e di comunità. Lo scorso 20 settembre il Laboratorio MeS ha riunito intorno a un tavolo (fisico e virtuale) le tre Aziende USL toscane, esperti nazionali e internazionali e i ricercatori del Laboratorio stesso, per affrontare temi organizzativi di grande attualità, come il curriculum europeo dell'infermiere di famiglia, presentato dalla dott.ssa Francesca Pozzi, ricercatrice del CNR.

I contributi internazionali sono arrivati dalla professoressa Susan Kent, dela Dublin City University, e dalla dott.ssa Tiina Mäenpää, presidente della Finnish Association of Public Health Nurse, che hanno fatto il punto sull'implementazione della figura dell'infermiere di famiglia e comunità nei rispettivi Paesi. 

Un intervento puntuale sullo stato dell'arte dell'esperienza italiana è arrivato invece dalla dott.ssa Lorena Martini di AGENAS, mentre il Laboratorio MeS, tramite la sua responsabile, la prof.ssa Milena Vainieri, e la dott.ssa Chiara Barchielli, ha presentato i risultati preliminari di una valutazione della soddisfazione del personale infermieristico coinvolto in sperimentazioni iniziali del modello organizzativo dell'infermiere di famiglia e comunità.

Le conclusioni hanno visto la riaffermazione della volontà di tutti i partecipanti alla continuazione di studi di questo tipo sul tema, di strettissima attualità e con prospettive importanti anche in ottica di PNRR.